Post più popolari

lunedì 6 marzo 2017

La Sciarpa Rossa


Un messaggio... "sto arrivando"...

Lascio il balcone - palco da cui mi stavo godendo uno spettacolo meraviglioso e multicolore - per raggiungere la stanza.
Il c.d. di smooth jazz diffonde un atmosfera soffice, le note si insinuano ovunque... Al tuo pensiero un brivido mi percorre verticalmente la schiena... "Sto arrivando"...
L'imbrunire si sta impadronendo della stanza... L'essenza aromatica, nel diffusore, si trasforma in un vapore impalpabile e profumatissimo, invadendo ogni angolo. Le lenzuola di seta, grigio perla, riflettono la fiamma donando dei riflessi ondulati. La sciarpa di seta rossa é adagiata sul letto.

Eccoti... Apri la porta... Ti accolgo con un lunghissimo bacio sulle labbra e ti guardo nei tuoi occhi immensi... Mi guardi e sorridi... Non una parola... Lentamente comincio a toglierti i vestiti... La giacca, la camicia... Tutto vola per terra... Quando riesco a scorgere ogni millimetro del tuo corpo ti prendo per mano e ti chiedo di stenderti sul letto... La sciarpa di seta rossa sui tuoi occhi...  E le mie mani - intrise di olio aromatico - sul tuo corpo.
Ti massaggio lentamente... Le mie mani scorrono inesorabilmente sulla tua pelle... Ti chiedo di narrarmi ogni minima sensazione... Sono seduta sopra di te ed il mio corpo - coperto solo da una mini sottoveste nera - trasmette calore. Raggiungo le tue spalle... Mentre ti massaggio, mi avvicino alla tua nuca e le mie labbra iniziano a baciarti... Ti mordicchio l'orecchio ti sussurro tutto il mio desiderio.
Ti volti... Ti togli la sciarpa rossa dagli occhi e mi vedi seduta, sopra di te... Con decisione attirandomi sopra di te, mi togli la sottoveste, mi giri e ti metti sopra di me... Sento le tue mani ovunque... Decise  e sensuali come la tua voce... Ti desidero da morire... Voglio  baciarti, mangiarti, ma mi rendo conto che mi hai immobilizzata... 
La sciarpa rossa... Sei tu - ora - a condurre il gioco... Chiedi ed io eseguo ... Dopo aver assaggiato ogni millimetro del tuo corpo, aver assaporato la tua lingua, il tuo pene, ti imploro di possedermi. Entri dentro di me prepotentemente, non riesco nemmeno a respirare, mi invadi e mi senti in tutte le posizioni possibili... Non posso fare niente... Nulla che tu non voglia... Voglio venire con te... Ti prego non fermarti, non interrompere il ritmo... Proprio mentre sento le lacrime salirmi agli occhi ed un lunghissimo gemito mi vieta di perdere i sensi, mi sento invadere, all'interno, dal tuo fluido , caldo, prorompente. 
Mi abbandono all'estasi e tu - stringendomi forte - mi nascondi, con il tuo corpo, da tutto, da tutti...

"Devo ripartire"... Lo sapevo, l'ho sempre saputo, malgrado ciò la frustrazione mi attanaglia. In certe situazioni si deve vivere il momento, si deve avere pazienza. Per quanto ?? Nessuno lo sa... Non si sa come potranno evolvere le cose e se evolveranno... 
Respirare profondamente l'attimo... Afflato di vita...

L'alba è alle porte... Adagiata sul letto sfatto... La sciarpa rossa sul mio corpo esausto...  M'inebrio di te...



Nessun commento:

Posta un commento