Post più popolari

mercoledì 8 febbraio 2012

Notte



Notte insonne,
notte sudata ed agitata,
notte senza respiro,
notte che non ti riposa,
notte lunghissima e troppo breve,
orchi e pensieri streghe ed idee mostri e rimorsi,
fissando sul soffitto quel raggio di stelle che cerchi di far tuo,
domarlo cavalcarlo e fuggire con lui al mattino,
ma non ti porta da nessuna parte,
non esiste un'altra parte,
giorno,
corri impari lavori vendi produci mangi consumi e lentamente muori,
la notte tutto il resto viene su,
bolle che risalgono in superficie da quella palude dove hai provato ad affondare i ricordi,
mani grottesche che ti prendono,
mani che ti trascinano giu' in fondo,

La tua mano,
mi giro e ti trovo,
un appiglio un isola dove approdare,
una spiaggia dove poter finalmente posare la testa,
riposare l'anima,
allentare il corpo,
ripulire la mente,
vivendo solo questo contatto,
dimenticando l'assurda ripetitività di una vita,
la provvisorietà che è insita in noi.

Nessun commento:

Posta un commento